Giu201701
VENERDI 9 GIUGNO
** Presa Diretta A2 **
 
ore 18:30
Inaugurazione mostra personale di 
Bruno Aita e Manuel De Marco
 
Presentazione a cura di Alessandra Santin
La mostra sarà visitabile fino al 01/07
Lun – Merc – Giov – Sab :: dalle 16 alle 19 
Dom :: dalle 16 alle 19.30
 
— Ingresso libero —
mdm-locandina

 

Share
Mag201716

** CONVERSAZIONI D’ARTE **
tre incontri per intraprendere un breve viaggio nella storia dell’arte e nella lettura dei simboli

a cura di Eva Comuzzi

giovedì 25 maggio ore 20.15 — Catturare la luce e l’atmosfera. L’impressionismo fra il bucolico e lo scientifico. Monografico: Claude Monet, pittore a Venezia nel 1908

giovedì 8 giurgno ore 20.15 — Le muse d’oltremare. Esotismo e primitivismo nell’arte contemporanea.

giovedì 15 giugno ore 20.15 — Il Novecento fra distruzione e nuova creazione: Pablo Picasso.

conversazioni-darte

Ingresso libero

Share
Mar201710

*** BAR SOCIALE ARTPORT ***

Your best place to relax

Aperto

MART :: 18 – 23 / VEN :: 20 – 23 / DOM :: 17 – 22

17201446_1878730335486010_4799910356623793320_n

Share
Nov201630

Sabato 3 dicembre alle ore 18:30

Inaugurazione della mostra di Giulia Russo

INTERIORE

Locandina Giulia Russo Interiore

Giulia Russo nasce a Solothurn nel 1992, nella Svizzera tedesca dove vive fino all’età di 9 anni per poi trasferirsi in Friuli.
Finiti gli studi superiori, seguendo le orme della nonna intraprende l’attività di sarta.
Frequenta i corsi dell’IRES FVG di Udine e si diploma come modellista sartoriale.
Da autodidatta inizia a manifestare la sua arte non solo attraverso i tessuti ma adottando anche la pittura come mezzo espressivo, realizza delle tele che sorprendono per la loro versatilità e per le diverse tecniche utilizzate che vanno dall’olio, all’acrilico ai pastelli.
È cosi che, riprendendo i disegni realizzati nel periodo adolescenziale, raffigura misteriosi soggetti dalle sembianze umane, soggetti vibranti appena accennati, quasi colti al principio del pensiero creativo embrionale ed immersi in una molteplicità di colori.
Artista istintiva, non ama commentare le sue opere ma preferisce lasciare allo spettatore la libertà d’interpretazione.
All’interno del proprio percorso Giulia Russo coniuga la ricerca artistica a quella esistenziale; attenta osservatrice dell’animo umano è alla continua ricerca dell’essere interiore più profondo.
All’inaugurazione installazione di kokedama, le piante fluttuanti, di Maria grazia Borgnolo kokedama&co

http://mgbwabisabi.blogspot.it/ (sito dei kokedama)

https://it-it.facebook.com/mariagrazia.borgnolo (facebook di Maria Grazia Borgnolo)

Evento facebook: https://www.facebook.com/events/1403540092992542/

Orari mostra – visitabile fino al 17.12.2016

LUN – MERC – GIOV – SAB

dalle 16:00 alle 19:00

 

Share
Ott201627

INAUGURAZIONE MOSTRA di IVAN BUTTAZZONI

•• Le sacerdotesse di Avalon ••

sabato cinque novembre

ore 18.30

Ivan Buttazzoni si forma come fotografo presso l’istituto ARSAP di Pordenone. Dopodiché sceglie la pittura come suo mezzo espressivo privilegiato. Espone in numerose mostre in tutta Italia e le sue opere appaiono in svariate pubblicazioni nazionali e internazionali. Le tematiche principali della sua produzione artistica riguardano la rappresentazione dei personaggi di miti e leggende di varia origine (Re Salomone e la Regina di Saba, Il Signore degli Anelli, Atlantide ecc.), ed in particolare il recupero del patrimonio culturale celtico medievale, con peculiare attenzione alle leggende del ciclo arturiano e alle mitologie narrative gravitanti intorno alla figura di Robin Hood.

“Le Sacerdotesse di Avalon è una mostra incentrata sulle figure femminili della leggenda arturiana. Nella storia di re Artù ricorrono personaggi femminili caratterizzati da un forte misticismo, donne dedite al culto della Dea che si incarna nella Terra, che praticano arti magiche e divinatorie come Morgause, Nimueh, Vivian La dama del Lago, Morgana ed Igraine la madre di Artù. Le leggende del ciclo arturiano sono pervase da un senso magico e mistico legato alla Natura e al culto della Triplice Dea, da una spiritualità arcaica carica di fascino e misteri. Queste donne che incarnano l’Antica Religione pre-cristiana, il paganesimo e il culto della Dea, sono le rappresentanti della spiritualità profonda e magica insita nella Natura, negli elementi, nelle stagioni, nella ruota dell’anno scandita da festività dal significato esoterico. Queste leggende ci tramandano quindi un misticismo remoto che travalica secoli, censure e repressioni, giungendo fino a noi principalmente attraverso queste figure femminili così affascinanti, magiche e misteriose. I Misteri della Dea sono al centro della mia indagine al fine di riportare in vita un passato sepolto da secoli. Un ritorno alla Dea, un ritorno alla Terra e alle origini è l’invito e il messaggio che le Sacerdotesse di Avalon portano fino a noi immutato nella sua grazia e bellezza.”

locandina mostra buttazzoni

ingresso gratuito

La mostra sarà visitabile fino al 26.11.2016

LUN – MERC – GIOV – SAB

dalle 16.00 alle 20.00

Share
1234...10prossimoPagina 1 di 5