Un bel pò di anni fa il Pez, il Paolo e il Livio facevano parte di una piccola leggenda hardcorepunk della zona: i Grezo Kaos.
C’era ancora la VERA scena hardcore italiana, quella fatta di Autoproduzioni, OKKupazioni (con la doppia k, sì, che quella volta aveva un preciso significato…), Centri Sociali: quella che partivi con un furgone scassato per fare un concerto in chissà che squat se non lo sgombrano prima o durante e stavi via non si sa quanto che se capita si suona anche da un altra parte che tanto si dorme a casa di qualcuno che forse ci danno i soldi della benza ma sicuro un piatto di pasta ed un paio di birre ma è meglio portarci un paio di casse che non si sa mai ma bisogna tenerle d’occhio che se le bevono tutte Emiliano e Martin che all’ultimo vengono anche loro a fare un giro che tanto si sa come finisce…
Poi crescendo ognuno prese la propria strada e continuò a rompere i coglioni al mondo con altri progetti nei più disparati ( e disperati) generi: ska, metal, crust, grind, punk, fusion… in formazioni come Hi-per Grease, Immagine Residua, Karnak, venendo ad ampliare di molto il proprio orizzonte musicale ed accumulando esperienza sulle spalle.
Qualche anno fa, per commemorare un amico che troppo presto c’aveva lasciato, vennero rimesse in piedi le band di dieci anni prima per una serata fantastica: dopo tanto tempo ci si ritrovava insieme a rifare pezzi che tutti ancora ricordavano. Lì la decisione di (ri)mettere su qualcosa!
Dopo molti tentativi finalmente arrivò anche Mauro alla voce e da lì il primo promo “Scusate per il disturbo”, qualche concerto e tanta voglia di scassare ancora le palle alla gente con qualcosa che sicuramente non è il solito scontato hardcore, ma qualcosa di diverso, un'”altrascuola”, quella di chi non sa essere MAI conforme, più per attitudine che per altro (nemmeno con se stesso!…), quella di chi è “sempre contro”…MATALEAO
Nella primavera del 2011 si entra in studio con l’intenzione di render giustizia a tutti i soldi spesi per la sala prove. Con la complicità di alcuni amici di sempre tra cui il grande Seby, buttiamo giù una dozzina di pezzi. Dopo il primo momento di entusiasmo per il tutto ci rendiamo conto che mancava qualcosa…. diciamo pure che alla fine ci siamo trovati a non essere convinti per un cazzo del lavoro fatto e decidiamo prima di rimandare un’eventuale uscita del materiale, poi di non farlo uscire affatto, se non qualche pezzo passato a qualche amico…
Tutto questo sommato alla seppur minima attività live, ci fa però capire che la strada intrapresa è quella giusta, che stiamo focalizzando il punto.

Il momento decisivo e di vera svolta, finalmente!, arriva con l’entrata in scena di Devid al sax! proveniente dal progetto psycofolk I Salici, si integra immediatamente nello spirito sociopatico del gruppo e porta con sè quei fastidiosi e snervanti fraseggi ricavati dal tubo di ottone tanto cari ai fans di john zorn e mike patton.

Chissà cosa arriverà ancora? Un quartetto d’archi, forse? Od uno xilofono? Mah….


www.facebook.com/pages/MATALEAO-altrascuola-hardcore/283354063522

Livio: 3381317972  Mauro: 3396674726 Devid: 3339484734

Share